facebook_pixel [Salta al contenuto]
Canali ionici

Canali ionici

Sabato 13 maggio alle 18 si terrà l’incontro con il Premio Nobel Erwin Neher sul tema: “Canali ionici. La loro scoperta e il loro ruolo in farmacologia,biomedicina e fotorecezione”.

Il concetto di bioelettricità apparve per la prima volta alla fine del diciottesimo secolo, nel solco degli esperimenti effettuati da Galvani e da Volta. Sessant’anni fa, Hodgkin & Huxley elaborarono un modello che spiegava che l’impulso nervoso era il risultato delle variazioni della permeabilità delle membrane. Ciò ha portato a interrogarsi su quali avrebbero potuto essere i meccanismi molecolari all’origine di tali variazioni. Nel 1976, Erwin Neher e Bert Sakmann sono riusciti a dimostrare che i cosiddetti canali ionici – ossia proteine che attraversano la membrana cellulare – mediano tali reazioni.

Le ricerche condotte negli ultimi quarant’anni hanno evidenziato che i canali ionici sono presenti non soltanto nelle cellule eccitabili elettricamente – fra cui cellule nervose e del tessuto muscolare – ma anche in tutte le cellule del nostro corpo, essendo coinvolte in svariate funzioni fisiologiche. Oggi noi sappiamo che i canali ionici mediano la reazione dei nostri fotorecettori alla luce, che sono il principale target di azione di molti farmaci e che il loro malfunzionamento è all’origine di diverse malattie ereditarie. I segnali trasmessi dai fotorecettori sono elaborati dalla retina attraverso una complessa rete di cellule nervose, la cui funzione dipende da vari tipi di canali ionici.
Nell’intervento di Erwin Neher vengono descritte le fasi iniziali di questo processo di segnalazione.

Vuoi partecipare all’incontro? Iscriviti ora.


Per maggiori Informazioni

Tel. +39 031 579822
Email: margherita.canepa@fondazionealessandrovolta.it
www.festivaldellaluce.it


Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato sugli eventi della settimana! Iscriviti