[Salta al contenuto]
Visita alla Batteria di Cardina

Visita alla Batteria di Cardina


Sabato 19 maggio 2018 alle ore 14:30 , in occasione del secondo appuntamento con la Rassegna “1918/2018 – Cento anni dalla fine della grande guerra”, dopo un focus sullo straordinario sistema difensivo delle Alpi Lombarde e la lettura di testimonianze e diari di reduci della Grande Guerra, si potrà visitare la Batteria di Cardina con la guida di Alpini e giovani esperti.

Batteria di Cardina

Immersa in uno splendido paesaggio, la Batteria di Cardina era costituita da quattro postazioni per cannoni di grosso calibro. Faceva parte della “Linea Cadorna”, imponente rete di fortificazioni costruite per proteggere il confine italiano da possibili azioni offensive tedesche dal lato della Svizzera. Nel 2013 è stata aperta al pubblico dopo un intervento di recupero di numerosi Alpini dopo un lavoro intenso e generoso durato due anni.
La batteria di Cardina è situata sull’ omonima collina, immediatamente a nord- ovest della città di Como, fra i quartieri di Monte Olimpino, Tavernola e Sagnino. Oltre che con sentieri pedonali, si può raggiungere tale località mediante una strada carrozzabile che si imbocca sulla via Bellinzona, la principale arteria che collega Como-città a Chiasso. Affacciata su uno dei più bei panorami al mondo, Cardina rimane, ancora oggi, un prezioso polmone verde all’interno dei quartieri sopra citati. Incastonato in un ampio prato esiste un piccolo specchio d’ acqua, denominato “Laghetto di Cardina” che costituisce un ulteriore elemento di caratterizzazione della zona. Le viste panoramiche che si possono godere da Cardina comprendono Como, il primo bacino del lago, la Spina Verde, il territorio ticinese. In particolare, l’ area dove sorge la batteria, con i suoi prati e i suoi boschi, è particolarmente amena e meritevole di una visita. La batteria è situata, in posizione dominante, nei pressi del ristorante “Crotto del Lupo”, locale tipico esistente da lunga data. La batteria di Cardina costituisce l’ anello di congiunzione tra le vestigia esistenti, ad ovest, nel Parco della Spina Verde e quelle esistenti, ad est, nell’ area del Bisbino. Tra i suoi più celebri abitanti, Cardina può vantare Bruno Munari e Marcello Piccardo, importanti esponenti dell’arte, del design e della cinematografia italiana delXX secolo, Guido Ravasi, imprenditore tessile, che della sua dimora aveva fatto un luogo di incontri tra letterati ed artisti e Carlo Dossi, scrittore appartenente al movimento letterario della scapigliatura milanese, la cui villa, dalla caratteristica architettura, domina la città di Como. Per la tutela del territorio e per la promozione di attività artistiche e culturali, nel Dicembre 2007 si è costituita l’Associazione Cardina, che raccoglie gran parte degli abitanti della zona.

1918/2018 - Cento anni dalla fine della grande guerra

Altri Eventi

Spiacenti, al momento non ci sono Eventi in corso o in programma

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato sugli eventi della settimana! Iscriviti